Equipaggiamento, Protezione Civile

Quale GOPRO per il Documentario della Protezione Civile?

Puoi immaginare come sarebbe figo essere in vacanza, in moto, a pesca, vivere una bella esperienza e tirare fuori la tua videocamerina dalla tasca, fare un video strepitoso e immortalare per sempre questo momento epico?

E come sarebbe arrivare a casa, attaccare la videocamera al computer, vedere il video e caricarlo subito su Facebook per inviarlo agli amici?

Oggi voglio iniziare a svelarti i miei oscuri segreti

Ho passato diversi giorni al comando nell’Unione di Comuni Reno Galliera per realizzare il Documentario della Protezione Civile e per la prima volta ti rivelo alcuni “dietro le quinte” dell’attrezzatura che abbiamo utilizzato.

Comincerò a parlarti delle videocamere che abbiamo scelto per questo progetto. Scoprirai perchè abbiamo utilizzato questa o quella videocamera, soddisferò il bimbo curioso che c’è in te e magari ti verranno delle idee per il video delle vacanze di questa estate! 🙂

Le scene del Documentario sono molto varie: prima le interviste con le autorità, poi l’invio dei mezzi di soccorso e le simulazioni dei volontari. Mentre per le interviste la mia scelta è ricaduta sulla Canon EOS 5D Mark IV, gran pezzo di videocamera (la Mark II, una delle versioni precedenti, è stata utilizzata per girare alcune parti dei film Iron Man 2 e Harry Potter), per altre scene più dinamiche abbiamo utilizzato delle piccole telecamere di ultima generazione, chiamate “action cam“.

Si tratta di videocamere studiate appositamente per riprendere scene d’azione, spopolano tra gli sportivi e sono perfette per riprendere scene di motocross, mountain bike, surf, sci..

Esistono tante marche diverse di “action cam” ma di fatto sono quasi tutte imitazioni delle GoPro, azienda fondata da Nick Woodman, imprenditore illuminato che dopo aver messo da parte un po’ di soldi vendendo cinture di conchiglie (non sto scherzando) crea il primo prototipo di una videocamera piccola e impermeabile adatta a essere attaccata sulle tavole da surf, per realizzare video epici senza tanta attrezzatura e senza spendere una fortuna. Il prototipo si rivela resistente e non si fracassa come le altre e presto il buon Nick diventa miliardario e si trasferisce a Las Vegas a fare la bella vita.

Se pensi sul serio che ti farò vedere alcuni spezzoni di video del Documentario prima della consegna ufficiale del 27 Settembre mettiti il cuore in pace, non accadrà.

Per farmi perdonare, per addolcirti l’attesa e per darti un’idea di cosa si può fare con questi “giocattolini” ti ho trovato questo video. Stupisciti:

Per la Protezione Civile ho utilizzato la GoPro HERO3+ e la HERO5. Alla fine di questo articolo scoprirai per quale motivo abbiamo effettivamente utilizzato questi modelli, ti sto per rivelare i veri pro e contro di ognuna (anche se qualcuno si arrabbierà) e cercherò di rendere il tutto semplice e divertente per te. In effetti ogni giorno che passa le Gopro sono sempre più utilizzate per documentari, film e tanto altro. Adesso ti dico come le abbiamo usate (e come potresti usarle tu…)

Rendi Epici i Lavori dei Volontari!

Abbiamo ripreso l’attività della centrale operativa, l’invio dei mezzi di soccorso, il disboscamento dell’argine e il montaggio delle tende con la HERO3+. Come potrai vedere a settembre, l’inquadratura all’altezza del petto, i colori pieni (e il mio tocco personale diciamo la verità! 🙂 ) hanno permesso di realizzare dei video molto coinvolgenti e dinamici.

Riprendi l’Addestramento dei Cani da Ricerca degli Alpini Come Mai Prima d’Ora

Il 20 Maggio ho avuto l’occasione di filmare l’addrestramento dei cani da ricerca del Nucleo Cinofilo di Soccorso dell’Associazione Nazionale Alpini, è stato un successo e credo sia la prima volta che vengono realizzate riprese di questo tipo dei cani da soccorso.

Fai Schiattare d’Invidia gli Amici…

Quando sei in giro in auto o in moto, magari sei in vacanza al mare, puoi tirare fuori la telecamera, pesa pochi grammi, è impermeabile e la puoi usare sotto la pioggia o addirittura in mare o piscina. Poi te la puoi montare addosso con tutta una serie di accessori che ti dirò in un prossimo articolo e dopo poco tempo non ti accorgerai neanche di averla con te.

Per il montaggio dei Documentari utilizzo un software professionale, Adobe Premiere Pro (ne parlerò più avanti), che è piuttosto complesso per chi non è esperto, ma la cosa bella delle GoPro è che quando ne acquisti una ti regalano un programma per il montaggio dei video gratuito, semplice e davvero ottimo. Con poca pratica puoi realizzare dei filmini che non hanno niente a che vedere con quelli fatti dai telefonini (bleah!)

…Tira Fuori il Rocco Siffredi che c’è in Te

Devo dirti la verità: quando sono uscite sul mercato queste piccole videocamere hanno totalmente rivoluzionato il mondo del porno. Prima i video amatoriali erano realizzati con webcam o normali telecamere, dovevano essere appoggiate da qualche parte o tenute in mano durante l’atto ed entrambi i casi non sono pratici dai. E poi la qualità video era quella che era…per buoni risultati bisognava montare alcune luci ma se provi ad allestire un set video con tre luci e due cavalletti tua moglie ti manda a quel paese e ti sei giocato l’opportunità di girare il video della tua vita. E te lo meriti.

Invece, oggi, con le nuove tecnologie, hai la possibilità di indossare una piccola pettorina, comoda, elasticizzata, ci attacchi la tua Gopro e via, te ne freghi della luce, verrà comunque un ottimo video!

Ottima a Pesca (Non Puoi Mentire sulle Dimensioni Però…)

Avere la Gopro al petto che riprende l’abboccata, la canna che si piega, il suono della frizione, le gocce di acqua che scorrono sul video…è possibile ottenere video con inquadrature impensabili solo pochi anni fa. Tutte le volte che sono andare a pesca con la videocamera non ho mai preso niente di che…devo insistere!

Adesso che sai che cosa si può fare voglio entrare nel dettaglio e rivelarti esattamente che videocamera abbiamo utilizzato e perchè, ti faccio una panoramica con i pro e i contro di ognuna:

 

 

E’ di qualche anno fa, già uscita di produzione e secondo me è una delle migliori per iniziare, costa poco, è semplice da utilizzare e fa degli ottimi video in alta risoluzione.

Poi io l’ho comprata qualche anno fa e all’epoca non era affatto economica, ma sai com’è, la tecnologia avanza in fretta e quello che ieri era il top di gamma oggi viene considerato obsoleto, come sempre per non buttare soldi inutilmente bisogna considerare le proprie esigenze. Almeno io la penso così.

I vantaggi sono tanti, è economica, con una cifra contenuta hai la possibilità di girare video FULL HD, colori eccezionali e luminosi, ottima autonomia della batteria e soprattutto hai la possibilità di utilizzare tanti accessori già disponibili per i modelli precedenti.

I lati negativi sono pochi e irrilevanti per un uso amatoriale. Quelli che ho constatato io utilizzandola per lavoro sono che ha pochi “frame per secondo” registrando nella massima risoluzione (i frame sono tutte quelle immagini che compongono ogni secondo di video, più sono e più il video è fluido ed è possibile creare splendide scene al rallentatore) e non ha lo schermo sul retro, cioè non puoi vedere quello che stai riprendendo. Ti dico, per un uso normale non è assolutamente un problema per via dell’obbiettivo “FishEye” grandangolare che riprende tutto (anche quello che non vuoi) ed è comunque possibile acquistare uno schermo lcd che si collega sul retro e va meravigliosamente.

Queste secondo me sono le informazioni più importanti che devi sapere, se poi vai matto per i dettagli tecnici e impazzisci per le sigle vai sulla pagina Amazon e soddisfa ogni tua morbosa curiosità.

La Hero 5 è tutto un altro mondo: registra senza problemi nel nuovo formato 4K (quattro volte meglio della normale alta risoluzione) e soprattutto puoi filmare in alta risoluzione a 120 frame per secondo, ben 120 singole foto ogni secondo di ripresa! In altre parole è possibile rallentare i video senza perdere fluidità e questo aspetto, da solo, fa la differenza con i modelli precedenti.

Come vedi nella foto sopra hanno anche aggiunto un bello schermo LCD di serie, esce di fabbrica con lo schermo touchscreen e puoi vedere cosa stai registrando senza farti paranoie mentali sull’inquadratura.

Se sei intenzionato a mettere le mani su questo gioiellino ricorda che il costo è notevolmente superiore (è considerato il top di gamma) e che molti accessori previsti per i modelli precedenti non sono adatti a essere utilizzati con questo (parlo di cavi e alcuni case, gli accessori come pettorine e simili sono tutti universali).

Come prima per tutti i dettagli tecnici ti rimando alla pagina della Gopro Hero 5 su Amazon dove c’è tutto.

Se vuoi farti un’idea della risoluzione guarda questo fermo immagine:

Ho mantenuto la mia promessa e ho iniziato a svelarti i segreti “dietro le quinte”

Ti è piaciuto? Ti va di commentare qui sotto e dirmi se devo continuare con questi articoli sulle videocamere, le tecniche di ripresa e tanto altro?

Se vuoi ricevere una mail appena uscirà il prossimo articolo lascia i tuoi dati qui sotto e iscriviti alla Newsletter.

Ci vediamo al prossimo articolo 🙂